Carmelo Freni

carmelo freni piccola

Chi sono e cosa faccio.
Un po’ della mia storia.
Sagittario ascendente Gemelli, nato  prematuro nel tavolo della cucina di mia nonna in una fredda giornata di dicembre in una città del sud: “Messina”, città di un’isola che amo profondamente.
Padre di due bambini, imprenditore e appassionato (a volte costretto) della crescita personale.
A 20 anni lascio la marina militare per trasformare il mio amore per il fitness nel mio lavoro.
Inizio come istruttore di sala pesi in un piccolissimo club composto da solo sala attrezzi isotonici (il cardiofitness allora era fantascienza) per 200 mila lire al mese.
Dopo circa un anno il titolare che aveva un altro lavoro pensa di capitalizzare e mi vende la palestra.
Allora bastava essere bravi ragazzi e avere l’attrezzatura giusta e riempivi i pomeriggi.
Negli anni successivi mi allargo prendendomi un locale adiacente e inserisco anche la sala aerobica, acquisto 5 pezzi di cardiofitness allora costosissimi e con enormi monitor a tubo catodico, nel frattempo continuo gli studi per diventare un “super” istruttore.
Passano 10 anni circa quando mi rendo conto di non aver un soldo in banca, l’unica consolazione era che amavo ciò che facevo ed ero fortunato perché molti miei amici facevano un lavoro che odiavano.
Iniziai ad avere alti e bassi come il mio cash flow, incassavo bene 6/7 mesi l’anno e ci rimettevo le penne per gli altri mesi.
“Ci deve essere un modo per migliorare la situazione?” mi chiedevo spesso, fino a quando un mio fornitore mi parlò di un famoso consulente milanese ( Giorgio Scovazzi) che seguiva una palestra siciliana e aveva avuto ottimi risultati, in tempi brevissimi lo contatto e mi affido a lui.


Inizio anche a studiare lo sviluppo personale e nel giro di due anni ottengo risultati fino ad allora impensabili.
Carico a palla inizio creare altre palestre e inizio la mia attività di Consulente aziendale in tutta la Sicilia.
Soddisfazioni e soldi arrivano ma preso da un senso di potenza invincibile inizio a fare dei grossi errori.
Nel 2007 sono pieno di debiti con le banche (l’ultima palestra mi era costata circa 500 mila €), la notte facevo fatica a dormire, ero scontroso e impaurito …  Il sogno (imprenditoriale) stava diventando un incubo.
Mi metto di nuovo in gioco e mi scrivo a una delle migliori business school, viaggio, studio e mi confronto con imprenditori di altri settori.
Ritorno a essere produttivo e le cose ritornano a girare nel senso giusto fino a quando nel settembre 2010 non subisco una verifica da parte della polizia tributaria.
Questa parte preferisco non raccontartela in questa sede, ma se un giorno avrò la possibilità e la fortuna di incontrarti ti prometto che se tu volessi approfondire … sicuramente non mi risparmierò.
Il calo psicologico dei mesi che vengono a venire è proporzionale al calo del fatturato. Avevo la conferma che tutto quello che avevo studiato sul piano emozionale in relazione ai risultati che avevi in azienda era tutto vero.
Ritorno a fare scuola di business e la cosa che noto è che non è tanto l’imparare i concetti ma frequentare quelle persone che come me avevano voglia di crescere in un l’ambiente positivo e carico di energia.
Ogni volta che ci andavo ritornavo in azienda come se mi avessero fatto un “sano” lavaggio del cervello.
Da qualche mese, forte di queste esperienze che mi hanno costretto a crescere e ad adattarmi alle situazioni, dopo anni di volontaria astinenza dovuta alla rimarginazione delle cicatrici e al tempo dedicato allo studio, sono tornato a fare consulenza e formazione per Club Fitness.
Lo faccio perché ne ho bisogno (non economicamente), chi mi conosce sa che non mi risparmio quando c’è da supportare e motivare qualcuno.
Ne ho bisogno perché soddisfo un mio valore… il valore “AIUTO”.
Lo faccio perché mi fa migliorare come persona.
Lo faccio perché mi “costringe” a studiare e miglioro anche come imprenditore.
Lo faccio perché credo Fortemente nel Fitness.
Lo faccio perché anche io tante volte ho avuto la necessità di essere aiutato.
Lo faccio perché so che nella vita ogni cosa torna indietro.
Sono contento se ancora stai leggendo queste righe, significa che abbiamo qualcosa che ci accomuna.
Forse la passione per questo lavoro.
Forse ti sei rivisto in questo racconto, non so, ma sono sicuro che “NULLA AVVIENE PER CASO”.
Oggi sono sicuro che la vita ha un filo conduttore.
Molti dei miei ex clienti oggi sono i miei migliori amici, abbiamo molte cose in comune e abbiamo creato un legame invisibile forte e di grande qualità.
Ti ringrazio perché questo mi rende felice e ti invito (se ti fa piacere) a contattarmi per un confronto, una chiacchierata, un’idea, un consiglio, un’alleanza, una consulenza gratuita, uno scambio di business o quello che più adatto tu possa pensare.

Telefono personale 3346825296


Buona vita.

 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Città (richiesto)

Nome Club (richiesto)

Il tuo messaggio

Acconsenti ai tuoi dati personali