falco2nh0

Sei disoccupato? Fai il Coach!

Il coaching è una strategia di formazione che, partendo dall’unicità dell’individuo, si propone di operare un cambiamento, una trasformazione che possa migliorare e amplificare le proprie potenzialità per raggiungere obiettivi personali, di team, manageriali e sportivi.
Cosa serve per diventare un COACH ?
Credo un corso online o al massimo investire un centinaio di € su un corso dal vivo.
E così nasce il mestiere del futuro.
Sei disoccupato? FAI IL COACH!
Abbiamo tantissimi casi sul mercato, in qualsiasi settore, ma nonostante queste evidenti esperienze, si continuano a crearne di nuovi. Non solo, riescono pure ad avere un seguito.
Il Life Coach, il Business Coach, il Mental Trainer, il Love Coach il Coach Sportivo, il Financial Coach, i Business coach e chissà quanti altri ne nasceranno.
Esistono grandi formatori, grandi coach, grandi consulenti, che possono cambiarti la vita.
Esistono anche tantissimi di questi che invece hanno sfruttato un brand per seguire l’onda della moda.
Un qualcuno o un qualcosa che si spaccia per quello che non è.
E il bello di tutto questo è che questo qualcuno ci guadagna anche dei soldi, riusce ad avere clienti che lo pagavano. Ora, c’è una regola che mi è sempre piaciuta: “se quello che fai ti porta soldi, allora vuol dire che vali qualcosa”.
Purtroppo non è una regola matematica, non è sempre così, perché in effetti viene trascurato un fattore determinante: l’allocco, l’ingenuo di turno che cade nella trappola.
Quindi non necessariamente vale, ma è vero anche che lo si dimostra nel tempo.
La stessa cosa vale per i Coach della Consulenza Fitness, persone che hanno lavorato qualche mese per una Palestra o Società di Consulenza e credono che possono portare a casa lo stipendio sfruttando la disperazione o l’ignoranza di qualche imprenditore del settore.
Spesso sono persone che non hanno mai avuto un Club e questo già mi fa venire i brividi.
Immagina invece un Cannavacciuolo delle palestre che tira fuori il meglio delle persone con una grande esperienza sul campo.
Cannavacciuolo però ha una grande esperienza e un gran ristorante!
A questo punto devo oraccontarvi due storie
La prima storia riguarda un falco e finisce bene :
“Un re ricevette come regalo due piccoli di falco e li consegnò al maestro di falconeria affinché li addestrasse. Passati alcuni mesi, il falconiere comunicò al re che uno dei falchi era stato perfettamente addestrato, che era pronto a volare e a cacciare per lui; però non capiva cosa succedeva all’altro falco che, dal giorno del suo arrivo a palazzo, non si era mosso dal ramo, al punto che bisognava portargli addirittura il cibo fino a dove si trovava, altrimenti sarebbe morto per deperimento. Il re fece chiamare guaritori d’ogni tipo, ma nessuno di loro riuscì a far volare l’uccello. Incaricò allora i membri della corte di fare qualcosa, ma lo stesso non successe niente. Dalla finestra della sua stanza, il monarca poteva vedere l’uccello immobile sul suo ramo. Alla fine, pubblicò un bando tra i suoi sudditi, e la mattina seguente, finalmente vide il falco che volava nel giardino. ‘Portatemi l’autore di questo miracolo, disse il re. Subito gli presentarono un contadino al quale chiese: ‘ Spiegami come hai fatto a far volare il falco? Forse sei un mago?’ Tra felicità, timore e imbarazzo, l’omino spiegò: ‘Non è stato difficile, Altezza, ho semplicemente tagliato il ramo su cui era poggiato il falco. Una volta che l’animale si è reso conto di avere le ali, ha cominciato a volare’.”
Poi c’è la storia dell’ allocco, ma questa è triste :
“Un allocco disperato credette a un Finto Coach, si mise nelle sue mani con grande speranza di riuscire ma il Finto Coach sapeva solo 4 frasi fatte comprate in un corso.
Avrebbe voluto aiutare l’allocco ma non aveva le competenze e l’esperienza necessaria.
Alla fine l’allocco fallì “
Questo è la storia di tutti i giorni, e quello che mi preoccupa non è tanto la scarsa considerazione che le persone possono avere dei Coach veri o Consulenti (loro lavorano lo stesso).
La cosa triste è che quell’allocco avrebbe potuto Volare come un Falco.

Buon lavoro.