atteggiamento

Atteggiamento e successo!

Quando hai aperto o comprato il tuo Club Fitness che atteggiamento avevi?

Sono sicuro che avevi grande energia da vendere, quando iniziamo a fare le “cose” per la prima volta è sempre tutto molto positivo e troviamo soluzioni, poi pian piano cambiamo atteggiamento, un pò perchè siamo stanchi e dovremmo ricaricarci.

Sei d’accordo?

Gestire un club fitness è diventato complicato, i concorrenti sono molti e spesso impreparati creano confusione abbassando i prezzi e questo automaticamente fa male a tutti.

Per far funzionare e creare reddito, un club fitness ha bisogno di rispettare regole fondamentali di chi fa business.

L’industria del fitness è relativamente giovane e in più oggi più che mai è necessario essere molto preparati commercialmente, dobbiamo essere organizzati per guidare un modello aziendale complesso come quello di un centro dedicato al benessere.

Ma in questo articolo voglio parlare di una cosa meno tangibile : l’atteggiamento!

Un bicchiere riempito a metà è mezzo pieno o mezzo vuoto?

Da come rispondi dipende il tuo atteggiamento verso la vita. La risposta che diamo dipende dalle nostre credenze, quindi dalle nostre abitudini. Se siamo abituati a lamentarci e a vedere sempre tutto nero, risponderemo che il bicchiere è mezzo vuoto!

E continueremo a lamentarci senza trovare soluzioni.

I pensieri negativi ci porteranno a essere infelici.

Una persona infelice non è produttiva.

Questo è un dato di fatto, se osservi le persone che non generano pochi risultati ti rendi conto che questi non hanno un tono emozionale alto.

E se invece rispondiamo che il bicchiere è mezzo pieno?

Contrariamente a quanto si pensa, chi vede il bicchiere mezzo pieno non è affatto più felice di chi lo vede mezzo vuoto: anche lui è insoddisfatto della propria vita!

Ma diciamoci la verità: chi risponde che vede  il bicchiere mezzo pieno probabilmente è anche influenzato dalla cultura odierna che premia il pensiero positivo.

Pensare in positivo è infatti importantissimo, ma “di per sé” non fa diventare più felici e più sereni!

Io non conosco nessun individuo che non ha stress nella propria vita.

Credo che sia impossibile non avere pensieri o non dover sistemare i piccoli problemi quotidiani che la vita ti procura.

Il pensiero positivo infatti non diminuisce lo stress quotidiano.

E vediamo il perché: le persone di successo sono sempre a contatto con la realtà, vivono nel qui e ora, sono attente alle cose che fanno e dunque vedono sia il lato positivo che quello negativo delle situazioni o delle cose. Infatti, la vera funzione dei pensieri positivi non è quella di eliminare i pensieri negativi, ma è quella di equilibrarli e neutralizzarli!

Obiettivamente parlando, un bicchiere riempito a metà è allo stesso tempo sia “mezzo” pieno sia “mezzo” vuoto!

La verità è sempre molto semplice.

Se noi riuscissimo a vedere il bicchiere allo stesso tempo mezzo pieno e mezzo vuoto scomparirebbero  i nostri lamenti e le negatività che ci fanno soffrire!

E’ sbagliato credere che chi vede il bicchiere mezzo pieno è ottimista e ciò basti per essere felici. Anche gli ottimisti sono stressati e insoddisfatti della propria vita, anche se un po’ meno rispetto ai pessimisti. E la spiegazione è semplice: sia i pessimisti che gli ottimisti vedono soltanto una metà alla volta!

E vedere le cose a metà o in modo unilaterale non è saggio, tant’è che porta all’insoddisfazione e alla sofferenza.

Soltanto chi vede entrambe le metà ed è consapevole che il bicchiere è allo stesso tempo mezzo pieno e mezzo vuoto è nel giusto.

atteggiamento

Per concludere voglio invitarti a una riflessione.

Ogni volta che hai un problema, e ti auguro di averne tanti perché questo significa che sei vivo, sforzati a vedere le due parti del bicchiere

( metaforicamente parlando).

Questo ti da la possibilità di migliorare senza la sensazione di stare male.

Ricordati che le persone di successo ( business e non), sono persone che hanno costruito abitudini (programmi mentali) diverse da chi il successo non lo ha.

Torna a essere Altamente Produttivo.